Ti trovi qui:HOME»PASS Disabili

Pass Disabili

GUIDA AL CONTRASSEGNO DEI DISABILI

Cos'è il contrassegno invalidi

Il "contrassegno invalidi" è previsto dall'art. 381 del Regolamento di attuazione del Codice della Strada (DPR 495/1992) che permette alle persone disabili di beneficiare di alcune facilitazioni nella circolazione e nella sosta dei veicoli.

Come si utilizza
Il contrassegno è strettamente personale e pertanto può essere utilizzato unicamente in presenza dell'intestatario, non è riferito ad uno specifico veicolo, né subordinato al possesso della patente di guida.
Il contrassegno va esposto in originale sul parabrezza anteriore del veicolo quando il disabile è alla guida o è accompagnato da terzi, ed è valido su tutto il territorio italiano.

Chi può richiedere il contrassegno
Il contrassegno può essere chiesto dalle "persone invalide con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta". L’invalidità può anche essere temporanea.
La possibilità di ottenere il "contrassegno invalidi" è stata riconosciuta anche ai non vedenti.

Come e dove si chiede
La domanda di rilascio del contrassegno si presenta al proprio Comune di residenza ed esibendo certificato di invalidità rilasciato dalla ASL.         
Il Comune di Torchiarolo rilascia il contrassegno agli aventi diritto,  gratuitamente.

A cosa serve
Il contrassegno consenti di:

  • circolare e sostare nelle aree pedonali e nelle zone a traffico limitato (ZTL)
  • circolare nel caso di blocco o limitazione della circolazione per motivi di sicurezza pubblica o inquinamento (domeniche ecologiche, targhe alterne, ecc.);
  • circolare nelle corsie preferenziali riservate ai mezzi pubblici e ai taxi;
  • sostare negli spazi riservati ai veicoli delle persone disabili;
  • sostare senza limitazioni di tempo nelle aree di parcheggio a tempo determinato.

Cosa è vietato
Il contrassegno invalidi, anche se esposto, non autorizza alla sosta:

  • sui marciapiedi;
  • negli spazi per i mezzi pubblici;
  • in corrispondenza o prossimità delle intersezioni;
  • sugli sbocchi dei passi carrabili;
  • in corrispondenza di dosso o curva;
  • contro il senso di marcia;
  • sugli attraversamenti pedonali e ciclabili;
  • sulle piste ciclabili;
  • in corrispondenza dei segnali orizzontali di preselezione e lungo le corsie di canalizzazione;
  • in seconda fila;
  • davanti ai cassonetti per i rifiuti urbani;
  • negli spazi riservati ai mezzi di soccorso e di polizia;
  • in ogni luogo dove la sosta rechi comunque grave intralcio

E' inoltre vietato:

  • utilizzare il contrassegno in assenza dell’intestatario. Ogni altro utilizzo è abusivo.
  • realizzare e utilizzare copie del contrassegno;
  • l’utilizzo di contrassegni contraffatti o scaduti;

Nel caso di decesso dell’intestatario, la validità del contrassegno decade automaticamente. I possessori del medesimo sono pertanto tenuti a riconsegnarlo al proprio comune. Ogni suo ulteriore utilizzo è illecito.

Se il contrassegno non è esposto il veicolo non è mai autorizzato a sostare o circolare e sarà quindi sanzionato di conseguenza.

Durata
La durata del contrassegno dipende dal periodo indicato nel certificato medico presentato.
La durata massima è di 5 anni anche se l'invalidità è permanente, scaduti i quali è necessario provvedere al rinnovo.

Smarrimento o furto
In caso di smarrimento o furto del contrassegno, al fine di ottenere un duplicato del tagliando, è necessario produrre verbale di denuncia. Qualora il permesso originale venga recuperato, esso va  riconsegnato presso gli uffici di  via Marconi del Settore Mobilità e Traffico o al Comando di Polizia Municipale.

Per ulteriori chiarimenti e informazioni è possibile chiamare la Polizia Locale al n.° 0831/622236 oppure presentarsi presso gli uffici del Comando tutti i giorni feriali dalle ore 9.00 alle ore 12.00.